image
Titolo alt dell img
Riduci

Degustazione di vini

LA TOSCANA DEI VINI

Itinerari in giornata da Castel Monastero

Una vacanza gourmet in Toscana.

Un sogno per chi ama la cucina italiana e la ricchezza dei suoi vini, da scoprire in una serie di itinerari tra paesaggi stupendi, pievi romaniche, ville rinascimentali e straordinarie cantine.

Vere opere d’arte, i vini toscani, dal Chianti al Brunello di Montalcino, alla Vernaccia di San Gimignano.

COLLI SENESI

Tema: degustazione di vino nel Chianti.

Luogo: uno dei paesaggi più spettacolari e incontaminati d’Italia: le Crete Senesi.

Partenza da Siena e dall’Enoteca Italiana, aperta nella Fortezza Medicea, sede a giugno di una famosa “Settimana dei vini”. Quindi passaggio a Rapolano Terme, piccolo borgo medioevale tra colline, filari di cipressi e piccole pievi di campagna. Si prosegue per Monteroni d’Arbia, e poi per Murlo, con un interessante Museo Etrusco.

Ultime tappe, Sovicille e Colle Val d’Elsa. Tornando a Castel Monastero, d’obbligo, una sosta a Monteriggioni, splendido esempio di cittadella fortificata medioevale.

IL CHIANTI CLASSICO

Una meraviglia a nord di Siena, nell’area più nobile della produzione del Chianti e della sua degustazione.

Prima tappa, Panzano in Chianti, nella Conca d’Oro di Panzano piccolo paradiso di uve e vendemmie prestigiose. Passaggio a Greve in Chianti, dove ogni sabato si svolge il famoso “Mercatale”, uno dei più antichi mercati d’Italia, risalente al XII secolo.

Di nuovo in macchina e si procede fino a San Casciano di Val di Pesa, dove soggiornò Machiavelli durante l’esilio e qui scrisse “Il Principe”. Oggi questa bella dimora è sede del Consorzio di Tutela del Chianti Classico. Spingendosi ora sulla via del ritorno, sosta a Tavernelle Val di Pesa, quindi a Barberino Val di Pesa e arrivo a Poggibonsi, sede, in località Gaggiano, delle Cantine Melini, la casa vinicola più antica dell’intera zona del Chianti, fondata nel 1705, e fu lei la prima ad adottare il tradizionale fiasco.

Ultima tappa, Radda in Chianti, storico capoluogo della Lega del Chianti, fondata nel 1384 dalla Repubblica Fiorentina per risolvere i contrasti con Siena. Nel clima di eterno conflitto tra Firenze e Siena, nasce anche la leggenda del galletto nero su fondo oro, simbolo del Chianti. Per scoprirla non c’è che arrivare fin qui.

MONTALCINO

A 55 km da Castel Monastero

Un mito italiano. Un trionfo di gusto e tradizioni per coronare una vacanza gourmet in Toscana. Anzitutto il paesaggio magnifico, tra le valli dell’Orcia, dell’Ombrone e dell’Arbia, a pochi chilometri da Castel Monastero. Una volta arrivati e prima di immergersi nelle degustazioni di vino delle migliori cantine, passeggiata fino alla Rocca del XIV secolo e giro al Museo Civico e Diocesano, dove ammirare, tra i vari capolavori, una splendida Croce dipinta del XII secolo, una delle opere di pittura più antiche del territorio senese.

E adesso il Brunello, principe dei vini italiani. Primi assaggi nel Centro Esposizioni Vini in città, quindi una sosta obbligata al Caffè Fiaschetteria Italiana, locale storico fondato nel 1888 da Ferruccio Biondi Santi, “inventore” del Brunello. Inizia qui l’itinerario alla scoperta, tra colline e vigneti, dei migliori produttori. Non dimentichiamo che Montalcino è famosa anche per la sua produzione di miele. Da non perdere a settembre la famosa “Settimana del miele”, evento di riferimento per l’apicoltura nazionale.

Prenota ora

Prenota ora